Frittelle ubriache di Carnevale

Frittelle ubriache di Carnevale
Frittelle ubriache di carnevale

Le frittelle vengono preparate in modi diversi a dipendenza delle regioni e dai paesi. La ricetta rivisitata e proposta dal Mecenate propone delle frittelline di forma rotonda ripiene di uvetta imbevuta di vino bianco o vino da dessert.

 

– Proverbio “Carnevale, tutte le feste fa ritornare!”

TIPOLOGIA: Dessert vegetariano

INGREDIENTI per 2/4 persone (dipende dalla golosità!)

250 g di farina bianca 00 (si possono fare anche con farine integrali o alternative)

8 g lievito per dolci (il lievito che compro mi da come proporzioni 16gr per 500gr di farina)

80 g di zucchero (vanno bene sia lo zucchero raffinato che di canna)

scorza grattugiata di 1 limone

100 ml di vino bianco, guarda la nostra gamma di BIANCHI

1 uovo medio

25 ml di latte

100 g uvetta sultanina (noi siamo golosi e ce ne metto anche di più)

Olio di semi per friggere

***** ***** ***** ***** *****

PREPARAZIONE:

Prima di tutto bisogna lasciare l’uvetta sultanina in ammollo nel vino per ammorbidirla (più sta meglio è) – se non si ha tempo va bene anche nell’acqua calda per velocizzare. Prendere una ciotola e setacciare la farina così da non avere grumi, ed aggiungere i due restanti elementi secchi – lievito e zucchero – e mescolare. Di seguito, aggiungere la scorza di un limone, l’uovo, il latte ed i 100 ml di vino con le uvette (se lasciate in acqua calda, scolatele perché avete aggiunto già il vino), e date l’ultima rigirata all’impasto.

Ai fornelli, mettete l’olio di semi in una pentola dai bordi alti ed aspettate che l’olio sia pronto per friggere (la temperatura ideale è attorno ai 180°C). Con l’auto di un porzionatore per gelato, create delle palline e mettetele a friggere nell’olio finché non saranno dorate su entrambi i lati, ci vogliono pochi secondi (se le frittelle galleggiano nella pentola si gireranno da sole per cuocersi su entrambi i lati). Non mettere più di 3/4 palline di impasto alla volta nella pentola, altrimenti la temperatura di cottura si abbassa in fretta. Man mano che si scolano le frittelle, posizionatele su di un piatto piano con carta assorbente.

***** ***** ***** ***** *****

CONSIGLI SPASSIONATI:

scorza: a dipendenza dei gusti si può grattugiare la scorza d’arancia al posto del limone

uvetta: personalmente preferisco l’uvetta, ma si può mettere altra frutta secca come albicocche, prugne o cocco. Come frutta fresca è perfetta la mela tagliata a dadini grossolani

vino: alle frittelle rimane solo il profumo di vino, in quanto con la cottura l’alcol evapora

porzionatore per gelato: se non l’avete, fate le palline con l’aiuto di due cucchiai

***** ***** ***** ***** *****

CHICCA:

Per l’impiattamento spolverare le frittelle con zucchero a velo